Branding, Marketing e Comunicazione ?

Brand, branding e rebranding…ma cosa diavolo vogliono dire? Spesso c’è confusione tra questi termini! Facciamo chiarezza…

Innanzitutto partiamo dalla definizione di marketing. Il perché è presto spiegato: branding e marketing sono strettamente collegati.

Marketing: è il complesso delle tecniche intese a porre merci e servizi a disposizione del consumatore e dell’utente in un dato mercato nel tempo, luogo e modo più adatti, ai costi più bassi per il consumatore e nello stesso tempo remunerativi per l’impresa.

Branding:  è il processo che crea e diffonde la notorietà del marchio. In pratica le strategie che creano l’identità e l’immagine aziendale, attraverso la pubblicità e l’uso del logo.

Questo mi porta all’ultima definizione,

Brand: Nomi o segni distintivi attraverso i quali un’impresa contraddistingue il proprio prodotto da altri dello stesso genere. Letteralmente significa marca o marchio di fabbrica.

Il branding non è dunque la creazione del brand, ma la sua diffusione!

 

Quando un’azienda fa branding o rebranding non significa che si è rifatta il look, ma che sta comunicando al suo pubblico che qualcosa nell’immagine aziendale è cambiato.

In questi giorni ho cambiato l’aspetto del mio logo, della carta intestata e della newsletter per rendere tutto omogeneo. Sto inoltre lavorando a delle modifiche sostanziali al sito di Mamaìs. Questa operazione è creazione di brand. Allorquando creassi una campagna per diffondere questa novità farò attività di branding.

Il branding è dunque quell’attività che incoraggia ad acquistare un prodotto supportando direttamente le attività di marketing. Attraverso questa attività, il brand non dirà esplicitamente comprami. Dirà piuttosto “Questo è quello che sono. Questo è il motivo per cui esisto. Se sei d’accordo, mi puoi acquistare, sostenere e raccomandarmi ai tuoi amici”.

Ti faccio un rapido esempio per capire ancora meglio: tutti conoscono il brand della mela, chi ha provato i suoi prodotti non li lascerà mai più e questo perché il marketing dell’azienda di Cupertino, ha permesso a tutti di sapere che Mac esiste; il branding ha fatto si che chi compera un loro prodotto continui a farlo per il resto della sua vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.